10. nov, 2017

Papa Luciani, Venerabile

Carissimi Amici che ci leggete, in questo spazio che abbiamo vorrei chiarire qualche piccolo equivoco nato dalle parole Venerabile e Beatificazione e Canonizzazione; sembra assai semplice da pensare ma in realtà è abbastanza complessa in quanto i Media ultimamente fanno un pochetto di confusione, cercherò ora insieme a voi di aiutarvi nella comprensione:

La beatificazione è, nel cattolicesimo, l'atto mediante il quale la Chiesa riconosce l'ascensione di una persona defunta al Paradiso e la conseguente capacità di intercedere a favore di fedeli che lo pregano. Il titolo autorizza il culto pubblico del "beato" nell'ambito di una Chiesa particolare e, frequentemente, anche di un ente ecclesiastico (istituto religioso, ecc.)
Fasi del Processo di Beatificazione
Il processo trae origine dalle persone che sono state a contatto in vita col potenziale beato/santo, devono conoscerne per benel’operato e lo stile di vita;
Questi diventano “Attori”, possono fare richiesta al vescovo di riferimento di aprire l’Inchiesta Diocesana sulla possibile beatificazione. Se il Vaticano la ritiene affidabile presenta domanda, la persona diventa di riferimento per la Congregazione per le Cause dei Santi. L’inchiesta può iniziare solo dopo 5 anni dalla morte della persona che si vuole beatificare;
La Congregazione per le Cause dei Santi controlla il modo di raccolta del materiale, quindi procede a nominare un Relatore della Causa, successivamente verrà elaborato un dossier denominato “Positio”, viene accertata la provenienza e la veridicità del materiale raccolto;
Viene organizzata una commissione di ben 9 teologi (Congresso dei Teologi) per l’esame accurato della Positio. Se questi danno parere favorevole il pontefice autorizza la lettura del Decreto ufficiale sull’eroicità delle virtù del Servo di Dio, questi d’ora in poi sarà detto “venerabile”. Questo chiude la fase primaria della canonizzazione;

La fase successiva è la particolare Dichiarazione di beatificazione, è necessario il riconoscimento di un miracolo attribuito al venerabile per arrivare a tale dichiarazione. Affinché un miracolo sia riconosciuto occorre una Inchiesta Diocesana;
La particolare Positio sul miracolo è complessa: serve il parere di 5 medici, se essi dichiarano di non saper spiegare scientificamente l’avvenimento, si può parlare di possibilità di miracolo. Il fatto avvenuto viene valutato da ben 7 teologi, vescovi e cardinali;
Terminata questa fase il Papa proclama il venerabile beato, in una Messa solenne  e stabilisce successivamente una data per ricordarlo nel calendario liturgico locale.

Ora per ulteriore chiarezza la fase della Causa di Papa Giovanni Paolo I è tra la fine della prima parte e la parte chiamata fase successiva.

Se volete avere ulteriori chiarimenti scrivete qui o mandate sms al 3394187282